Blog

Su RadioArticolo1 e le emittenti del circuito Popolare Network, una trasmissione per volgere lo sguardo oltre le sbarre degli istituti di pena. Un'occasione per parlare di chi è costretto a vivervi per sentenza o per lavoro.  
 
Carcere e musica, un binomio non proprio immediato ma coniugato con naturalezza da Patrizio Gonnella e Susanna Marietti di Antigone nella trasmissione radiofonica Jailhouse Rock, storie di musica, carcere e lavoro. Il programma andrà in onda tutti i venerdì su RadioArticolo1 dalle 17 alle 18 e nelle ore successive sarà possibile ascoltarlo su molte emittenti del circuito Popolare Network.
 
La formula si preannuncia accattivante: ogni puntata sarà dedicata alla storia di un musicista finito dietro le sbarre. La prima sarà incentrata sui Beatles: tre dei quattro baronetti di Liverpool hanno vissuto l'esperienza della prigione. Sia John Lennon che George Harrison sono stati arrestati da un sergente che amava perseguitare i rockers tragressivi. Paul Mc Cartney finì in manette all'aeroporto di Tokyo perché trovato in possesso di due etti di marijuana. 
Ospite della puntata Ricky Gianco, che racconterà il suo incontro con i Beatles, e non - come a questo punto sarebbe lecito immaginare - la sua esperienza in un penitenziario. I detenuti del carcere milanese di Bollate reinterpreteranno "Yesterday". 
 
Durante la trasmissione sarà trasmesso il Giornale Radio dal Carcere, curato direttamente dai detenuti di Milano Bollate e Roma Rebibbia. Ospiti fissi: Carmelo Cantone, provveditore regionale della Toscana e Lucia Pistella che racconterà barzellette hard. Il sesso in carcere è vietato, e questo sarà un modo per rompere un tabù. 60 minuti per rimettere al centro il tema della vita negli istituti di pena e del lavoro degli operatori.